La leggenda dello zafferano

Un’antica leggenda greca parla dell’origine dello zafferano e racconta di Croco (Crocus) e della sua ricerca di una giovane ninfa di nome Smilace (Smilax), che abitava nei boschi nei pressi di Atene. La ricerca portò alla nascita di un amore idilliaco. La ninfa, presto, si annoiò delle attenzioni che Croco gli rivolgeva, e decise di lasciarlo. Lui, però, non si arrese e continuò a tormentare la bella Smilax. Smilax, per sbarazzarsi di lui, utilizzò la magia e lo trasformò in un fiore di zafferano.

Zafferano in Sardegna e nel bacino del mediterraneo

Lo zafferano, il Crocus sativus Linnaeus, è coltivato da tempo remotissimo In Sardegna. Probabilmente già  conosciuto nell’isola in epoca romana, gli Arabi e poi certamente gli Spagnoli, ne diffusero la sua coltivazione e gli usi nella società del tempo. Questo influsso è stato determinante per la coltivazione della specie soprattutto nelle regioni centrali e meridionali dell’isola.